sabato 18 luglio 2015

Frammenti d'autunno

L'autunno è certamente la stagione che prediligo.
Dalle mie parti l'autunno è tiepido e poco piovoso.
Durante le lunghe camminate nei fine settimana, faccio incetta di alcuni tesori della campagna, e me li porto a casa. Tanti andranno ad arricchire le mie ghirlande, tanti altri resteranno per un po' in qualche cesta ad abbellire la mia veranda.
 Le spirali delle pigne mi intrigano in modo particolare, mi ricordano le opere di Escher. Così, qualche anno fa, per fare esercizio di chiaroscuro, ho steso un telo su un piano, vi ho posato alcune pigne, qualche frutto secco, un rametto di castagno e ho impresso il tutto a grafite su un foglio dell'album di carta liscia.
    

Sotto, alcuni ritagli del mio chiaroscuro virato seppia con PhotoScape 

  
























Ecco di seguito alcuni indirizzi dove ammirare la straordinaria opera di Maurits Cornelis Escher:
https://www.youtube.com/watch?v=n_KjJlnqI94
http://www.mcescher.com/
http://www.mcescher.altervista.org/biografia.htm
http://www.settemuse.it/pittori_scultori_europei/m_c_escher.htm

Buona visione!














   

  Il mio lavoro in corso d'opera:







Ho usato due lampade, le ho posizionate dietro il soggetto, per giocare con le ombre che si proiettavano sul davanti, intorno ho fatto buio. E' stato un esercizio molto...meditativo!


giovedì 16 luglio 2015

Ostentazione di ciniglia e pizzo







“Ostentare e farsi vedere... Ciò che non si vede non esiste... La luce ha fatto risplendere il creato. Colmate le lacune, gli spazi lasciati vuoti e creato una seconda possibilità, specialmente se accompagnata da genuino merito.”  Baltasar Graciàn
https://it.wikipedia.org/wiki/Baltasar_Graci%C3%A1n

...allora ho pensato di dare una seconda possibilità ad un capo di ciniglia, divenuto oramai troppo piccolo da indossare ma praticamente intatto. E, poiché meritava, l'ho smontato, cucitura dopo cucitura, per non sciupare pizzo e nastro. Con le parti ottenute ho decorato questa ghirlanda. Dove ho notato lacune ho colmato, riempiendo gli spazi lasciati vuoti, con le decorazioni natalizie in tinta...poi ho lasciato che la luce facesse risplendere il tutto!


mercoledì 15 luglio 2015

Notte stellata







   

    Notte stellata sul Rodano 


  1. Notte stellata sul Rodano è uno dei dipinti di Vincent Van Gogh del 1888. Esso è stato dipinto durante il suo soggiorno ad Arles. Wikipedia https://commons.wikimedia.org/wiki/File:Starry_Night_Over_the_Rhone.jpg
  2. Artista: Vincent van Gogh







La Notte stellata è un olio su tela (73,7 cm × 92.1 cm) di Vincent van Gogh, databile al giugno del 1889 e conservato nel Museum of Modern Art di New York.https://it.wikipedia.org/wiki/Notte_stellata
Quadro tra i più famosi di Van Gogh, «Notte stellata» è pervasa da un senso di poesia molto evidente e di immediata presa. La tela è stata realizzata durante il suo soggiorno all’ospedale Saint-Rémy. Van Gogh rimase sveglio tre notti ad osservare la campagna che vedeva dalla sua finestra, affascinato soprattutto dal pulsare di Venere, che appare, soprattutto all’alba, come una stella più grande delle altre. Il quadro che realizza non è tuttavia una fedele riproduzione del paesaggio che egli vedeva, ma una immaginaria visione in cui affiorano anche elementi, quali il quieto paesino, presi dai suoi ricordi olandesi. Dei cipressi fanno da immaginario ponte tra la terra e il cielo, diversi luoghi trattati con evidente dualismo: calma e tranquilla la terra assopita nel buio e nel sonno, pulsante di energia e di vitalità il cielo notturno solcato dalla luce vibrante delle stelle. Fonte:http://www.francescomorante.it/pag_3/305ad.htm
  1.     


domenica 12 luglio 2015

Intreccio di tamerice natalizia



Sul finire della primavera, al limitare degli argillosi acquitrini limacciosi, bordati da esili canne palustri, ancora umidi per gli ultimi e tiepidi acquazzoni della mite stagione, tra rigogliose macchie di giunco, troneggiano le tamerici dalle chiome sbarazzine...di un verde pacato, bellissime, talora rosate, altre volte imbiancate  offrono le loro fronde più tenere affinché possa procedere all'intreccio...e i rami di tamerice formano la base di questa vivace ghirlanda!





 









inartesy
Con questo post partecipo al Linky Party #xmashandmadelinkyparty di inartesy   

...piove su le tamerici salmastre ed arse...

sabato 11 luglio 2015

Dall'area costiera

Dall'area costiera, dove le onde mediterranee s'infrangono sulle serpeggianti, dorate spiagge, estese talvolta per chilometri ed intervallate ogni tanto da rosee scogliere di antiche formazioni granitiche, tondeggianti multiforme erose dai perenni venti, mi sposto nell'entroterra, verso la zona collinare, ad incontrare l'ombra di maestosi castagni spuntati tra i fitti lecceti. Crescono alla base del castagno, giovani polloni, lisci e flessibili...un po' di bianco...un po' di rosso...qualche decorazione...ed ora, questa ghirlanda, decora il Natale di due persone per me tanto speciali!





giovedì 9 luglio 2015

...Sweet Home. Riuso jeans

Andare per boschetti di pini, riciclare vecchi jeans, trovare pizzi invecchiati in un cassetto ed uno scampolo di fettuccia spigata grezza...home sweet home!





























martedì 7 luglio 2015

Buone feste color arancio

Pigne e perle, nastri e nastrini, strass e stelle, rame e argento, petali di soffice mollettone candido come la neve, colore arancio per rallegrare le feste.